Bianco

ba1aaf3b88f4b7438f903844eeb7d5d5

Non ho un titolo per questo post se non un colore, quello più candido, quello dei fogli bianchi pronti ad essere riempiti di ogni e nuovi progetti, di liste e di buoni propositi che chissà quando verranno realizzati, ma sono lì, talvolta necessari per darci una linea di condotta, un punto di riferimento, un sentiero da tenere d’occhio quando ci allontaniamo per immergerci in altri sogni e fantasticherie. Bianco come la neve che ha coperto varie parti d’Italia, ma non da me, e infatti sono qui che aspetto, perché gennaio non ha un fascino particolare ai miei occhi, ma se azzardasse a far scendere qualche fiocco potrei rivalutare le mie idee 🙂

Mi sto rimettendo in moto con il lavoro, dopo la pausa Natalizia. Dicembre -ma forse farei  meglio a dire tutto l’intero anno 2016- è stato un mese ricco di eventi che hanno coinvolto il mio lavoro e mi hanno permesso di farmi conoscere ad un pubblico più vasto, permettendomi di avere un maggior riscontro sui miei prodotti e capire un po’ di più di ciò che non va e cosa no in quello che faccio. Ho avuto anche la fortuna di avere ottimi e utili consigli da quelle che potrei definire “vip del settore” ma che hanno dimostrato di avere innanzitutto un’umanità e una capacità di non prendersi troppo sul serio, dote che trovo fondamentale avere, in ogni ambito della propria vita. Ma la cosa più bella è stato conoscere altre crafter, persone che seguivo sui social, in verità di alcune di loro non conoscevo nemmeno il viso ma grazie ad eventi come il weekendoit di Ancona organizzato dalla grande Gaia Segattini, aka Vendetta Uncinetta, il WeekHand di Foligno,  Il Canapaio di Osimo fino ad arrivare a Bologna per la Fiera de Il Mondo Creativo (una delle esperienze più indimenticabili), l’immancabile Matrioska a Rimini e i divertenti Street Market organizzati dai ragazzi dell’associazione Lima. Tutto questo mi ha permesso di arricchirmi e fare esperienze straordinarie, per cui non finirò mai di ringraziare chi mi ha dato fiducia e mi ha scelto, sia per essere parte di un evento, sia per chi ha scelto di farsi o fare un regalo Mumi design. Forse corro il rischio di sfruttare troppo quest’ultima frase, ma per me è importante dimostrare questa gratitudine, ogni qualvolta mi si presenta occasione,  verso coloro che apprezzano il mio lavoro, senza i quali non sarei qui a fare quello che mi piace fare 🙂

Il mio scarso spirito da blogger mi ha fatto dimenticare di immortalare questi momenti, per fortuna c’è sempre qualcuno che ci pensa permettendo alle smemorate come me di condividere un po’ di ricordi. (immagini prese dalla pagina di WeekHand e il mondo Creativo)

Fine ottobre, nuovo inizio.

tumblr_ndtwp1hz2e1shcqiqo1_1280

Inizio la stesura di questo blog nel mio mese preferito, anche se ormai siamo agli sgoccioli. Sono legata da ottobre per ragioni anagrafiche ma anche perché per me è come la primavera, nonostante le ore di buio che avanzano, le foglie che cadono e il freddo che si fa sentire sempre più, trovo che il periodo autunnale il più stimolante per intraprendere nuovi progetti e soprattutto per dedicarsi alla scrittura.

Quindi eccomi qui, che dopo un lungo rimandare ho sentito fortemente l’esigenza di raccontare un po’ più di me (cosa che non mi risulterà tanto facile a causa della mia riservatezza incallita) e un po’ più dei miei lavori, di come nascono le mie idee, da cosa e chi prendo ispirazione.

Cercherò di aprire un po’ di più la porta verso il mondo esterno raccontando cose che per molti sono scontate, di come dietro un oggetto fatto a mano ci siano ore di prove, frustrazioni, fallimenti ma anche tante soddisfazioni. Racconterò anche di eventi handmade a cui parteciperò, di giornate produttive, di scoperte e nuove cose da imparare, primo tra tutti: capire come funziona wordpress! :p

Ci saranno anche lunghi silenzi, perché le cose da fare sono tante e non voglio privarmi del tempo per vivere una vita fuori dai social, ma farò del mio meglio per dare a questo spazio la dedizione che merita.

(immagine presa dal web)